Filosofia + bambini e ragazzi = che meraviglia!

Se si dà uno sguardo ai libri pubblicati e discussi in Italia negli ultimi anni, tra i trend più curiosi ma importanti si può notare anche una certa diffusione di testi che accostano la filosofia ad un target giovane, in particolare bambini e ragazzi.

É solo nell’ultimo ventennio che tali pratiche si sono rese visibili anche al di fuori della stretta cerchia dei propri promotori, ovvero in scuole dell’obbligo, biblioteche, ludoteche, agenzie educative, fiere di libri per l’infanzia, comunità di minori: dal curriculum Philosophy for Children ideato da Matthew Lipman, è stato uno sbocciare continuo di progetti e approcci, con vari gradi di affidabilità e riscontro sul campo.

Classificabile come una sottocategoria delle più estese pratiche filosofiche, la filosofia con i bambini e i ragazzi è una disciplina sfaccettata, giovane ed in evoluzione ed espansione continue. Continua a leggere