The Church – Starfish

starfishScrivere dei Church è impresa non facile: la loro storia li ha visti passare dallo status di gruppo di culto del rock psichedelico al successo internazionale, per poi ritornare alle contemplazioni intimistiche di una musica rallentata e visionaria, delizia di un’agguerritissima comunità di fan.

Fra i cospicui tesori che il gruppo australiano ha lasciato in eredità a chi ha saputo riconoscerne il valore, Starfish (1988) rimane a tutt’ora l’album più riuscito del quartetto, luogo ideale d’incontro fra la poesia psichedelica degli esordi e la virtù di renderla accessibile senza compromessi. Continua a leggere

The Lotus Eaters – No Sense of Sin

lotuseatersLiquidati come una delle tante band inglesi emerse e scomparse nella metà degli anni Ottanta, i Lotus Eaters possono ora rivendicare il loro posto nel pantheon del rock indipendente britannico, forti di un album d’esordio che, a distanza di sei lustri, continua ad affascinare gli ascoltatori con il suo alone di raffinata freschezza.

Veniva infatti pubblicato nel 1984 No Sense Of Sin, LP di debutto del gruppo capitanato da Peter Coyle e Jem Kelly e frutto artistico di un travagliato processo di registrazione e produzione. Continua a leggere