Speranze tra le onde: storie di immigrazione

Il tema per questo nuovo appuntamento si è fatto largo con forza irresistibile dalla triste cronaca degli ultimi giorni imponendosi sull’onda di emozioni e di reazioni contrastanti.
A modo nostro, con i nostri strumenti, vogliamo partecipare al grande dibattito pubblico proponendo un sguardo ravvicinato sulle recenti dinamiche migratorie dirette in Europa e più in particolare in Italia. Problema, opportunità, sovente autentica tragedia.
Quello che sui canali dell’informazione quotidiana può apparire come un turbinio confuso di immagini terribili, commenti gridati, previsioni fosche, anatemi, nelle pagine di un libro viene ordinato e articolato in un ragionamento o in una storia che possono aiutarci a comprenderne meglio la straordinaria complessità.

Il Mediterraneo con la sua duplice natura di barriera e di ponte sarà il comune denominatore delle nostre proposte.

lampedusaEDGT34834Cominciamo con il coraggioso giornalista Fabrizio Gatti che per documentare il lungo tragitto dall’Africa subsahariana alle piantagioni di pomodori in Puglia si trasforma in Bilal, migrante tra i migranti, mentite spoglie che gli permettono di immergersi senza filtri nello spietato mondo del traffico di esseri umani. Un reportage del 2007 ancora incredibilmente attuale. Continua a leggere