Evoluzionismo, viaggi e scoperte: Charles Darwin su MLOL

origin_of_species

“… per molti anni avevo seguito l’ottima regola di annotare subito e senza fallo tutto ciò che era contrario ai risultati generali della mia teoria: fosse un fatto, una nuova osservazione o un pensiero che mi capitava di leggere, perché avevo imparato per esperienza che i fatti e i pensieri contrari tendono a sfuggire dalla memoria più facilmente di quelli favorevoli. Per questa abitudine poche furono le obiezioni alla mia teoria che già non avessi considerato e a cui non avessi cercato di dare risposta.”
(Charles Darwin, Autobiografia 1809-1882, Einaudi, 2006)

Continua a leggere

Alla scoperta dei neuroni specchio con MLOL

specchio

“I neuroni specchio saranno per la psicologia quello che il DNA è stato per la biologia”

Con questa sua affermazione, Vilayanur Subramanian Ramachandran, neuroscienziato noto per i suoi studi del comportamento umano e direttore del Center for Brain and Cognition della University of California (guardatelo nell’interessante Ted Talk dal titolo I neuroni che hanno plasmato la civiltà) vuole riconoscere e sottolineare il valore che la scoperta dei neuroni specchio ha nello studio di molti comportamenti e processi mentali dell’uomo.
Continua a leggere

La scienza e la tecnica di Codice Edizioni

Sapevate che la collezione in costante arricchimento di ebook su Medialibrary può essere esplorata anche per casa editrice? Per farlo, è sufficiente partire dalla pagina dedicata agli ebook, cliccare su Ebook download > Vedi tutti, e utilizzare l’elenco Editori / Distributori:

codice

Oggi scopriamo la casa editrice torinese Codice, editore relativamente giovane (il suo debutto avviene nel 2003 al Festival della Scienza di Genova) che in Italia svolge un ruolo importante nella divulgazione scientifica e tecnica, andando in certa misura a correggere uno squilibrio presente nell’editoria italiana che tradizionalmente dà più spazio agli studi di stampo sociale e umanistico.  Continua a leggere

Elizabeth Von Arnim

Highclere Castle (Downton Abbey)

Chi ama le serie televisive britanniche in costume conosce e probabilmente segue Downton Abbey, una produzione anglo-americana, ambientata nella tenuta dello Yorkshire del Conte Grantham, sul finire dell’età edoardiana. La serie racconta le vicende della famiglia Crawley e dei loro servitori a partire dal giorno dell’affondamento del Titanic e della scomparsa, a causa del naufragio, degli eredi diretti della proprietà. 

La cosa curiosa è che si deve proprio a questa serie televisiva la riscoperta, in ambito anglosassone, di una delle più grandi scrittrici dell’epoca. Nel secondo episodio della seconda serie, infatti, Molesley, domestico di Mathew Crawley e figlio di un giardiniere, dona un libro ad Anna, anche lei appartenente alla servitù e della quale è innamorato, nella speranza che un colloquio privato sulla vicende narrate nell’opera li possa avvicinare. Si tratta di Il Giardino di Elizabeth, un racconto sotto forma di diario che uscito nel 1898 venne ristampato 21 volte nel corso di un solo anno, scritto da Elizabeth Von Arnim.  Continua a leggere