World Digital Library: conoscere le culture del mondo attraverso la Rete

Con questo nuovo post la redazione di BiblioMediaBlog desidera presentare una banca dati della sezione OPEN di MLOL particolarmente interessante e coinvolgente: la World Digital Library, la biblioteca digitale internazionale realizzata dalla Biblioteca del Congresso di Washington in collaborazione con le principali istituzioni culturali mondiali e con il supporto dell’UNESCO. Essa offre al grande pubblico la possibilità di scoprire ed esplorare gratuitamente sul web numerosi contenuti culturali, manoscritti, mappe, giornali e riviste, stampe e fotografie, registrazioni musicali e filmati provenienti da archivi, biblioteche e musei di tutto il mondo (una lista delle istituzioni aderenti al progetto la potete trovare qui), garantendo così un’esperienza sensoriale di ampio respiro. Lanciata nell’aprile 2009, la banca dati è disponibile in sette lingue (arabo, cinese, inglese, francese, portoghese, russo e spagnolo) e si pone l’obiettivo di rafforzare lo scambio multiculturale nonché fornire a docenti e studenti materiale per costruire percorsi didattici di approfondimento.

Il sito è studiato per offrire diverse modalità di navigazione a partire da un’interfaccia amichevole e accattivante. L’utente può scegliere, infatti, di iniziare la sua esplorazione o utilizzando il box di ricerca per parola chiave oppure navigando il menù a tendina, il quale propone una ricerca per luoghi geografici, periodi storici, argomenti, tipologie di oggetti digitali, lingua, istituzione culturale. Si possono consultare, inoltre, mappe o linee del tempo interattive dedicate a particolari eventi storici o culturali (Chinese Books, Manuscripts, Maps and Prints, Illuminated Manuscripts from Europe, Imperial Russia, United States History, World History, World War I) oppure sfogliare gli oggetti digitali segnalati dalla biblioteca digitale stessa (Featured Items, Recently Added Items).

World Digital Library 2

Ogni oggetto digitale, in alta risoluzione secondo lo standard IIIF (International Image Interoperability Framework) – che permette la visibilità di ogni singolo dettaglio – è corredato di una descrizione che approfondisce il contesto storico culturale nonché da informazioni bibliografiche (metadati) relativi ad autori, soggetti, luoghi geografici, collezioni, i quali possono anche essere ascoltati, tramite sintetizzatore vocale, per venire incontro alle esigenze delle persone con disabilità visive.  Tutti gli oggetti caricati sulla banca dati possono essere scaricati sul proprio dispositivo elettronico e possono essere condivisi tramite e-mail o sui principali canali social (Facebook e Twitter) anche se il copyright appartiene alle istituzioni aderenti e perciò non possono essere riutilizzati integralmente dall’utente.

Se volete rendervi conto ancora di più della varietà e della ricchezza di questa risorsa, potete provare a iniziare la vostra ricerca direttamente dal portale MLOL inserendo nel box di ricerca il nome “World Digital Library”. Otterrete risultati in quasi tutte le tipologie di documenti presenti e potrete visualizzare le risorse direttamente dalla scheda MLOL grazie al visualizzatore.

Fra le tantissime risorse disponibili, vi proponiamo di ammirare il Codice sul volo degli uccelli (Codex on the Flight of Birds) di Leonardo da Vinci, digitalizzato per intero dalla Biblioteca Reale di Torino.

Codice degli uccelli

E se voleste approfondire la conoscenza delle opere del grande artista -del quale lo scorso anno si sono celebrati i 500 anni dalla morte – vi segnaliamo questo nostro post.

La World Digital Library è consultabile in streaming anche a partire dai portali MLOL e non è necessario effettuare il login. Buona navigazione!